Il Rally del Ciocco che ha aperto il Tricolore 2019 ha visto Simone Campedelli e Tania Canton concludere sul podio, con uno straordinario secondo posto al termine di una gara ricca di colpi di scena e caratterizzata da un finale al cardiopalma.
Dopo aver fatto segnare il miglior tempo nella speciale di Forte dei Marmi che il venerdì sera ha aperto le ostilità, le Pantere Alate di Orange1 Racing hanno trovato qualche difficoltà nel mantenersi al vertice nella prima parte del tappone di sabato a causa di un assetto troppo morbido. Una soluzione che, viste le temperature insolitamente alte per la stagione in Garfagnana, ha impedito alla Ford Fiesta M-Sport gommata Pirelli di mettere a frutto sino in fondo tutto il suo potenziale. Poi, una volta passati ad un set up più rigido, Simone Campedelli e Tania Canton hanno cambiato passo. Le Pantere Alate di Orange1 Racing hanno iniziato a recuperare terreno, fino presentarsi al via dell’ultimo tratto cronometrato con soli 5”6 di gap dal leader in classifica, Basso, divenuti 4”9 al termine della 15esima e ultima speciale. Un secondo posto che, se si guarda il bicchiere mezzo pieno, è un risultato fantastico nella gara del debutto con la M-Sport e la Pirelli, ma che lascia un po’ di amaro in bocca a Simone Campedelli.
La Pantera Alata di Orange1 Racing ha ancora tanta adrenalina addosso per la battaglia che lo ha visto protagonista sino all’ultima curva… “Non posso dire di essere contento per il secondo posto – spiega il pilota romagnolo – perché volevo vincere, è inutile nasconderlo. Però, tutto considerato, in ottica campionato questo è un risultato importante. Il livello dei concorrenti è altissimo, siamo tutti molto vicini a livello di prestazioni: Crugnola è andato veramente molto forte. Noi, come ho detto, abbiamo sbagliato assetto, perdendo secondi preziosi che ci sono costati cari. Purtroppo, abbiamo fatto una scelta che non pagava a livello di cronometro ma va anche detto che tutto era nuovo per tutti: per me, per l’M-Sport e per la Pirelli. Dunque, sono fiducioso per il prosieguo perché nel finale di gara le prestazioni ci sono state e questo mi fa ben sperare e mi rende fiducioso per i prossimi appuntamenti, a cominciare dal Rally di Sanremo”.
Dello stesso parere anche Armando Donazzan. “Abbiamo dimostrato che quando tutte le cose sono al loro posto possiamo lottare per la vittoria – esordisce l’appassionato Presidente di Orange1 Racing – e questo mi fa particolarmente piacere. Eravamo al debutto con l’M-Sport e con la Pirelli e i tecnici di due aziende così prestigiose e ricche di storia hanno dato davvero il loro meglio per cercare di ottenere il miglior risultato possibile. Quando abbiamo capito che il set up deliberato non era il più competitivo, tutti hanno lavorato al meglio delle loro possibilità per ribaltare la situazione e ci siamo quasi riusciti! Il secondo posto di Simone e Tania è importantissimo in ottica di campionato perché la stagione sarà lunga e dura e ogni punto conquistato sarà fondamentale. Onore al merito al vincitore, Basso, e anche ad un Crugnola in stato di grazia”.

 

L’ufficio stampa Orange1 Racing

 

La classifica del Rally Il Ciocco:
1.Basso-Granai (Skoda Fabia) in 1’31’17”2;
2. Campedelli-Canton (Ford Fiesta) a 4”9;
3.Rossetti-Mori (Citroen C3) a 13”9;
4.Breen-Nagle (Skoda Fabia) a 16”5;
5. Albertini-Fappani (Skoda Fabia) a 44”3

La classifica Piloti del Cir: 1. Basso 15 punti; 2. Campedelli 12; 3. Rossetti 10; 4. Breen 8; 5. Albertini 6

La classifica Costruttori del Cir: 1.Ford 12 punti; 2. Citroen 10

Il calendario del Tricolore: 22-23 marzo Rally Il Ciocco (Basso-Granai); 12-14 aprile Rally di Sanremo; 9-12 maggio Targa Florio; 14-16 giugno Rally Italia -Sardegna; 19-21 luglio Rally di Roma; 30-31 agosto Rally Friuli-Alpi Orientali; 10-12 ottobre Rally Due Valli; 22-24 novembre Tuscan Rewind