1 ottobre 2018

Il sipario è calato su un emozionante Blancpain GT 2018 questo fine settimana sul famoso Circuito de Barcelona-Catalunya in Spagna, conferendo all’Orange1 Team GRT un meritato 3 ° posto nel campionato.

All’inizio del weekend, la sessione di qualifiche è stata contrassegnata da due bandiere rosse a causa di due incidenti, facendo perdere almeno 30 minuti di percorso sulla sessione di 90 minuti. Ciò ha ostacolato la seconda qualifica causando per entrambe le vetture n. 63 e n. 19 l’impossibilità di segnare il tempo sul giro. Sfortunatamente, P48 e P49 sono state le posizioni massime in griglia di partenza.

Al semaforo verde della 3 ore di gara oltre 50 vetture hanno spinto sull‘acceleratore per la partenza.  Mirko Bortolotti ha iniziato la gara mettendo in campo alcuni coraggiosi sorpassi “ruota a ruota”, mentre recuperava fino a un fantastico 22 ° posto, tutto entro la prima ora. La # 63 è passata quindi a Caldarelli, che ha dimostrato una buona prestazione piazzando l’auto in P13. La corsa si è stabilizzata nell’ora di mezzo e quando Engelhart ha infine preso il posto a bordo della Lamborghini Huracán GT3 ha mantenuto il 13 ° posto per l’ultimo stint. Nonostante sia stato un anno molto difficile per Orange1 Team GRT,  un fantastico 3° posto nel 2018 Team Championship è un degno finale di stagione.

 

Lamborghini Huracán GT3 # 63 (Mirko Bortolotti, Christian Engelhart, Andrea Caldarelli)

Qualifiche: 49 °

Gara: P12nd (1: 47.273), 92 giri

 

Mirko Bortolotti: “Mi sono qualificato in P2 in qualifica 1 con un grande giro, ma sfortunatamente dovevamo partire dal P47 per quello che ci è successo in qualifica 2. Ho guidato la macchina all’inizio della gara e ho avuto un ottimo primo stint finendo tra i primi 20. Sfortunatamente, il nostro ultimo pit stop è stato troppo breve, quindi ancora una volta abbiamo avuto un drive through penalty, che ci ha privato di un risultato clamoroso. Dobbiamo imparare da questa esperienza come una squadra ed evitare in futuro gli errori di oggi in qualifica e in gara . “

Andrea Caldarelli: “Ancora una volta è stato un weekend sfortunato. In qualifica 2 non abbiamo potuto segnare il tempo sul giro a causa delle due bandiere rosse. Questo fondamentalmente ha compromesso il nostro weekend. Abbiamo iniziato da P48 e siamo riusciti a finire in P13. Mirko ha fatto un mega stint poi purtroppo abbiamo perso 5 secondi ai pitstop perché abbiamo avuto un danno alla macchina. Ad ogni modo, sono stato in grado di recuperare il secondo stint tornando in P12. La macchina non era perfetta a causa di questo danno, ma sono molto contento del mio stint. Ho fatto alcuni buoni sorpassi. Poi abbiamo avuto una penalità drive-through per aver lasciato la pit lane troppo presto sullo stint di Christian. Ribadisco, non è il risultato che volevamo, ma almeno abbiamo fatto un’ottima gara di recupero. È un peccato finire la stagione in questo modo, ma ci riproveremo l’anno prossimo “. 

Christian Engelhart: “È stata una gara in linea con la stagione e cioè piena di alti e bassi. Alla fine abbiamo dimostrato il nostro spirito combattivo anche se non siamo saliti sul podio. Voglio ringraziare tutte le persone coinvolte in questa stagione, i partner, la mia famiglia e soprattutto Orange1 Team GRT per tutto lo sforzo di quest’anno. Alcune gare sono state difficili ma siamo riusciti anche a vincere  e abbiamo combattuto contro tutte le avversità “.

Armando Donazzan Presidente Orange1: “ E’ stata una stagione che ci ha regalato molte emozioni e, nel e nel male, ci ha dato grandi gioie ma anche grandi delusioni. Abbiamo imparato molto e utilizzeremo al meglio l’esperienza che abbiamo fatto in pista per evitare errori e per migliorare sempre di più. Il 2019 sarà un anno pieno di novità e noi saremo protagonisti!”